Ray Ban Blue Violet Mirrored Aviators

Ora chiaro che se si vuole costruire un film con i “machi” di turno (Statham co.) questo ci pu anche stare ma se no si pu tranquillamente realizzare un film con una solida trama, credibile e con della bella azione. Qu invece ci troviamo davanti ad un ex poliziotto che salta cornicioni che sembra un incrocio tra Felix il gatto e Spiderman, i soliti poliziotti corrotti, il cattivone di turno (spiace che sia l Ed Harris che non partecipava ad una pellicola di cos bassa fattura dai tempi di The Rock) e una coppia di pseudo ladri che, con l del manuale delle giovani marmotte, riescono a mettere ko un sistema di allarmi degno della FED. Peccato perch si disperde anche il capitale di buoni interpreti che avevamo recentemente apprezzato, solo per dire dei due protagonisti, lui in Last Night e lei in The next three days.

Cahill, Jennifer Flavin, Tricia Flavin, Julie Flavin, Bob Giovane, Carol A. Ready, Katharine Margiotta, Lloyd KaufmanCon Fred Ward, Joel Grey, Kate Mulgrew, George Coe, Charles Cioffi.continua Wilford Brimley, William Hickey, J. A. Dietro a un trucco che non impedisce l’evoluzione sottile del suo personaggio, riconosciamo lo sguardo di Oldman, la riserva segreta dove conserva quella facoltà incredibile di terrorizzare, tante volte dimostrata sullo schermo. Il re ha paura, la segretaria ha paura, l’emaciato (e straordinario) Lord Halifax di Stephen Dillane ha paura di lui, montagna di eloquenza e forza espressiva in grado di mandare la parola sui campi di battaglia. Hanno paura davvero perché Gary Oldman trova il DNA di Churchill, allacciando il lavoro interiore con le capacità fisiche fuori norma.

Un anno dopo, uscì il seguito de I tre moschettieri, intitolato I quattro moschettieri. Quindici anni dopo, la maggior parte del cast e della troupe si riunì di nuovo per un terzo film dal titolo Il ritorno dei moschettieri.York aveva già debuttato in TV nel ruolo di Jolyon (Jolly) in The Forsyte Saga (1967). Interpretò anche il ruolo eponimo nell’adattamento cinematografico di La fuga di Logan (1976).Fin dai suoi fortunati esordi, York ha avuto una carriera intensa e variegata nel cinema, in TV, e in teatro.

Produce e interpreta il drammatico Grace Is Gone (2008), scrive e recita in War, Inc (2008), fino ad approdare al disaster movie 2012 dello specialista del settore Roland Emmerich. Dalle scene apocalittiche della fine del mondo a quelle grottesche di un film piccolo ma intenso come Un tuffo nel passato (2010) dove si riflette sulle traversie della giovinezza. Due anni dopo l’attore viene scelto dal regista James McTeigue come protagonista del film The Raven, thriller che racconta gli ultimi giorni di vita del leggendario scrittore horror Edgar Allan Poe.

Be the first to comment

Leave a Reply